Planimetria Catastale e Visura Catastale, cosa sono?

La planimetria catastale e la Visura Catastale, insieme alla Visura Ipotecaria, costituiscono la carta d’identità di un immobile e permettono di ricavare le caratteristiche principali e l’intera storia della proprietà, inclusa anche l’individuazione del soggetto che figura come proprietario ai fini fiscali.

Infatti, ogni immobile – sia esso appartamento, garage, negozio, ufficio– è un’unità immobiliare censita in un registro generale degli immobili, denominato Catasto.
Planimetria Catastale e Visura Catastale sono, quindi, documenti catastali che certificano il bene immobile. Vediamo più nello specifico a cosa servono questi documenti e perché sono così importanti.

Planimetria Catastale

La Planimetria Catastale è la rappresentazione grafica, di norma in scala 1:200, di un’unità immobiliare urbana registrata in catasto, da cui è possibile desumere, in conformità alle regole in materia, contorni, suddivisione e destinazione dei locali interni, dati metrici e altre informazioni. In altre parole è il disegno tecnico dell’immobile che può richiedere chiunque vanti un diritto su un immobile (proprietario, usufruttuario, nudo proprietario, ecc). Il documento è rilasciato dagli Uffici dell’Agenzia delle Entrate.

La planimetria è un documento fondamentale da mostrare e allegare alla documentazione necessaria nelle seguenti circostante:

compravendita di un immobile;

stipula di un contratto di affitto;

richiesta di un mutuo per l’acquisto di una casa;

presentazione di pratiche e certificazioni edilizie.

Quando si vuole vendere casa, quindi, uno dei documenti necessari per vendere un immobile è la Planimetria Catastale. Si tratta di un documento molto importante, che deve essere necessariamente allegato al rogito per rendere valido l’atto di trasferimento della proprietà di un bene immobile.

La planimetria catastale è molto importante anche nelle fasi precedenti la vendita, poiché per il potenziale acquirente conoscere la precisa disposizione, le dimensioni e la configurazione di un immobile può essere un fattore determinante nella scelta.

In caso di compravendita immobiliare, il proprietario può fornire direttamente all’agenzia immobiliare il documento, andando a richiederlo gratuitamente presso gli sportelli pubblici del catasto, dimostrando di avere un diritto reale sull’immobile in oggetto. In alternativa, può lasciare all’agenzia immobiliare l’onere di recuperare la planimetria, fornendo la delega per richiederla presso uno dei numerosi servizi online che offrono questo servizio ai professionisti del settore immobiliare.

Quando aggiornare la Planimetria Catastale?

In caso di lavori all’interno di un immobile che ne alterano la disposizione dei locali o che portano a modifiche importanti a livello strutturale, è necessario aggiornare la planimetria catastale.

Questo perché, nel caso si decidesse di vendere l’immobile, il proprietario ha l’obbligo di produrre una planimetria che sia conforme alla reale situazione dell’abitazione.

In caso di planimetria catastale non conforme, sarà necessario procedere con una sanatoria, pena la conclusione senza successo delle trattative di compravendita. La conformità catastale, infatti, assieme a quella edilizia e urbanistica, è indispensabile ai fini di poter vendere un immobile.

Visura catastale

La visura catastale è il documento che contiene tutti i dati relativi ad un edificio o unità immobiliare. In particolare con la visura è possibile acquisire:

i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati);

i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili;

atti di aggiornamento catastale.

La visura catastale viene rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, viene consultata in primo luogo per ragioni fiscali. Questa viene infatti utilizzata per calcolare la rendita catastale di un immobile con più precisione, valore che viene poi utilizzato per il calcolo delle tasse di proprietà e altre imposte.

Le visure delle unità urbane a destinazione ordinaria, iscritte in catasto e corredate di planimetria, contengono anche la superficie dell’immobile.

Dove si può richiedere la Visura Catastale?

La visura catastale si può richiedere presso:

Gli uffici provinciali dell’Agenzia delle Entrate: si dovrà compilare il modulo di richiesta disponibile anche on line sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Il servizio è gratuito se viene richiesto in relazione a beni immobili dei quali il richiedente risulta titolare, anche in parte, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento. Negli altri casi si applica il tributo previsto dalla tabella dei tributi speciali catastali.

Sportello Amico – Poste Italiane. Il servizio è attivo negli uffici postali che all’ingresso espongono il logo Sportello Amico. È necessario anche in questo caso compilare il modulo di richiesta della visura catastale.

in via telematica tramite il servizio “Consultazione personale” dell’Agenzia delle Entrate. Per accedervi occorre essere dotati delle credenziali di accesso a Entratel/Fisconline ed è sufficiente indicare il proprio codice fiscale, gli identificativi catastali (Comune, sezione, foglio, particella) e la Provincia di ubicazione di un qualsiasi immobile.

Servizi online messi a disposizione dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Noi di G|R Immobiliare 21 forniamo servizi di consultazioni e richiesta online per Visure Ipotecarie, Catastali e Planimetrie in quanto documenti necessari per la vendita di un immobile.

Supportiamo i clienti passo dopo passo nella raccolta di tutti i documenti necessari per vendere casa, con professionalità e massima trasparenza.

Contattaci per qualsiasi informazione

Via Cassia, 1638 Roma (Roma Nord)

Tel. 320 0392045 / 389 5994023

scegliamo il meglio per te!

Vendi casa in modo sicuro!

Se si vuole vendere casa in modo veloce, sicuro e senza troppe complicazioni bisogna affidarsi a chi conosoce bene il mercato degli immobili.